CHE DIFFERENZA C’E’ TRA PROGETTARE UN ARREDAMENTO E PROGETTARE UN LOCALE?

prima-dopo-1

Quando ho iniziato a lavorare, (il secolo scorso!)
i primi progetti di cui mi sono occupato erano LOCALI SERALI,
discoteche, discobar, discopub…

Locali in cui proprio la QUALITÀ’ DELL’AMBIENTE faceva spesso la differenza.

Da un punto di vista creativo li trovavo molto stimolanti e probabilmente
è proprio grazie all’aver progettato questi spazi
che poi ho deciso di continuare a occuparmi di locali pubblici.

Purtroppo però dopo qualche anno il mercato dei locali è cambiato
e di locali di questo tipo, hanno iniziato ad aprirne sempre meno…

Così ho iniziato ad occuparmi di locali un po’ più tradizionali
Bar, ristoranti e LOCALI DIURNI.

E la prima sensazione è stata un vero e proprio shock.

Uh, addirittura?

Mi spiego.

Io ero abituato a concepire i locali come un ambiente omogeneo,
studiandone tutti gli aspetti.
Illuminazione, scenografia, pavimenti, pareti, soffitti, e ovviamente arredi e complementi.

Spesso erano addirittura a tema, per cui l’immagine del locale doveva avere una coerenza
in tutti i più piccoli dettagli, proprio per rafforzarne la percezione.

Tutto ciò mi sembrava normale.
E non solo per me.
Infatti, anche i titolari di questi locali ragionavano così
e anche le aziende e i fornitori con cui lavoravo, ragionavano così.

Il locale era un unico ambiente
in cui tutti gli elementi contribuivano a definirne l’immagine
in modo coordinato e coerente.

Invece, quando ho iniziato a occuparmi di locali tradizionali (bar ristoranti)
mi sono subito reso conto che le cose stavano in modo completamente diverso.

I locali non erano quasi mai progettati e realizzati secondo una idea complessiva.
Non avevano mai una immagine coordinata.
Erano quasi sempre un “arredamento”.
A volte anche bello, a volte anche costoso.
Ma un ARREDAMENTO.

Cioè una serie di MOBILI funzionali, banco bar, banco pizza, vetrine espositive…
Qualche elemento decorativo, boiserie, colonne, qualche inserto nel controsoffitto
Sedie, tavoli, solitamente tutti uguali
e basta.

i pavimenti spesso erano bruttini o finto antico o insignificanti
le pareti erano verniciate a tinte piatte o con colori accesi a seconda del gusto dell’imbianchino
l’illuminazione spesso era imbarazzante, quasi sempre esagerata, con lampadine fluorescenti, a volte nemmeno della stessa tonalità, con lampade da due soldi
o che comunque c’entravano poco o  niente con l’arredo.

I bagni poi, quasi sempre con l’aspetto da farti rimpiangere un ospedale.
Rivestimento in piastrelle tristi, fino a due metri di altezza, sanitari e accessori di serie, soffitto e pareti bianche, con plafoniera al neon in centro al soffitto.

Ma la cosa sconcertante per me era un’altra.

Cioè il fatto che quando facevo notare queste cose
ai titolari dei locali e alle aziende di arredo
entrambi mi guardassero come un alieno!

i titolari dei locali mi dicevano:
“beh? ma cosa c’è che non va? il locale l’importante è che sia funzionale”

le aziende di arredo mi dicevano:
“ma noi forniamo i mobili, a tutto il resto ci deve pensare il cliente”

Cioè ne le aziende di arredo ne i clienti ritenevano questo tipo di modo di fare i locali
sbagliato.

Anzi:
Tutti fanno così…
era la risposta più gettonata.

Allora, e per un bel po’ di anni a seguire, mi sono sentito apostrofare tipo
“Ecco, è arrivato l’architetto, quello che ti fa spendere per l’estetica,
invece quello che conta è che l’arredamento sia funzionale”

detto magari da aziende che vendevamo i loro banchi bar a 4000 euro al metro!

Ora,
considerato che IO SONO ANCORA QUI
mentre invece quasi TUTTE le aziende di arredo che mi parlavano cosi
hanno chiuso
mi permetto di dire che magari AVEVO RAGIONE IO!!

e in più
mi sembra arrivato il momento di dirlo una volta per tutte in modo chiaro:

che il tuo locale sia FUNZIONALE
ai tuoi clienti
NON GLIENE FREGA NIENTE!!!

Uh…..

Esatto.
L’unico a cui importa sei tu che ci devi lavorare dentro dalla mattina alla sera
ma ai tuoi clienti no.

E quindi piantala di menarmela che il tuo locale
“basta che sia funzionale!”

NO!!!
NON BASTA!

essere funzionale ti serve per lavorare meglio
per essere più produttivo
per essere più ordinato e pulito
per preparare meglio i tuoi piatti

certo…

ma invece
per distinguerti dalla concorrenza
per farti scegliere dai clienti
per acquisirne di nuovi
per farli essere soddisfatti e farli tornare…

che il tuo locale sia “funzionale” non c’entra niente!

ci vuole altro!!!

ci vuole una idea differenziante
ci vuole un sistema di acquisizione clienti
e magari ci vuole un ambiente studiato in modo…

ascolta bene

che OLTRE AD ESSERE FUNZIONALE
(si perché una cosa non esclude l’altra! non fare il bambino con me…)

deve anche ESSERE UN LOCALE con una IMMAGINE COORDINATA

se no è solo un arredamento
funzionale finché vuoi
ma uguale a tutti gli altri arredamenti che vedi in giro

perché si
TUTTI i locali hanno un banco bar, una vetrina frigo, delle sedie e dei tavoli

la differenza la fa COME sono organizzati e il PERCHE’.

Quindi.

Se sei convinto che il tuo bar o il tuo ristorante “basta che sia funzionale”
chiama un “arredatore” e fatti progettare un “ARREDAMENTO”

Se invece pensi che ci voglia altro oggi per stare sul mercato
chiama “me” e fatti progettare un “LOCALE”.

Annunci